morrigan_sito

SABATO 1 MARZO
DALLE 18.30 IN POI
facebook logo

THE INTERPLANETARY COLLISION’S NIGHT:
L’ALBA DI MORRIGAN + ORNAMENTS + SUNPOCRISY

Per la Prima Volta a Torino
Collisioni Interplanetarie.
Spazi infiniti in universi senza tempo, arti in rotta di collisione.
In questo Evento si scontrano pianeti e stelle per generare nuovi mondi.
Così vediamo l’Arte noi che la facciamo, che la viviamo nella carne.
Vogliamo svelarvi come, Qui, fuori dall’atmosfera e dalle leggi della fisica: musica, pittura, poesia, fotografia, letteratura, danza, grafica visionaria, Eros, Venere, insieme per formare un nuovo caotico equilibrio cosmico.
Apertura ora 18.30: inizio performance artistiche

L’ALBA DI MORRIGAN+ORNAMENTS+SUNPOCRISY = DEVASTO!

00.00 L’ALBA DI MORRIGAN
23.00 ORNAMENTS
22.00 SUNPOCRISY

INGRESSO: 10 EURO

Un Carnevale come non l’avete mai visto in versione Metal
Tema della festa:

Divinità: Bacco, Venere ed altri peccati…

Puoi comprare il tuo biglietto in prevendita con paypall. Indirizzo:

vegaro24@gmail.com

Causale del pagamento: Biglietto Collisioni Interplanetarie
Presentarsi con la stampa della mail (valido come biglietto alla porta senza costi aggiuntivi)

Saranno 180 Minuti di “fuoco”, in scena 3 tra le realta’ italiane piu’ interessanti, bando alle ciance,
appuntamento immancabile Sabato 1 Marzo EL BARRIO
questa e’ una “DATACCIA”!

Pianeti in Orbita
dalle 18.30 in poi

KFX VISUAL NOIZE SHOW
https://www.facebook.com/pages/KFX-Visual-Noize-Show/463759400315180?fref=ts

Performance live, dove musica, video, luci e spazio si fondono completamente;
“Sbrigliate le vostre menti…”
Members:
Enrico Matera/Electronic Music & Live PA
Pasquale Di Candia/Bpm Master
Valerio Sacchetto/Mapping visual Master
Andrea Zuffo/Movie visual Master

Giuseppe Maggiolino:
Reading tratto dal libro: Il Giardino dei Dannati, Pandora
Un viaggio Oscuro in una dimensione dove il protagonista sei Tu! Vivendo le storie dei personaggi che lo abitano, troverai in Te alcune risonanze che ti condurranno davanti ai cancelli della Tua Anima.

A seguire Electronic Live Set By Adriano Galdi
https://www.facebook.com/AdrianSmetz?fref=ts
from https://www.facebook.com/pages/Music-Makers-Management/369470956479408?fref=ts

Live painting/ creazione pittorica in diretta:
Artisti:
Giacomo Cornelio
Melissa Bruno
Rossella Rossella Rossella Pitarresi

Performance Art ***HOT VIBES*** di e con
Marked Mellody

Fotografia:
Gianni Darone

Esposizione del collettivo Artisti uniti torinesi:
https://www.facebook.com/CollettivoDiArtisti?fref=ts
con:
Millocchio
https://www.facebook.com/pages/Millocchio/150836625080533?fref=ts
Dead Toy Matte
https://www.facebook.com/DeadToysMatte?fref=ts
Rio Art
http://www.flickr.com/photos/68187422@N05/

L’ALBA di MORRIGAN, per l’occasione si esibira’ in uno show in elettrico e qualche brano in acustico. La band formatasi nel 2006 (con un altro monicker) propone un interessante ibrido che uniforma le atmosfere eteree del post-rock al metal d’avanguardia The Essence Remains (My kingdom music), primo album della band vanta il contributo di Frank Default (Katatonia, Bloodbath). L’artwork invece è opera dell’artista portoghese Helder Pedro.
L’album ottiene ottimi responsi e permette alla band torinese di promuovere il loro album con un lungo tour che tocca tutta la penisola e la Svizzera, prima da headliner e successivamente come opening act di Paul di Anno,Callisto, Mick Moss e Vik Anselmo, e intraprendere altri 2 tour in compagnia di Antimatter e Anathema. La band è da poco entrata in studio per registrare il secondo album.
www.albadimorrigan.com
https://www.facebook.com/lalbadimorrigan?fref=ts
Gli ORNAMENTS nascono nel 2003 da un’’idea di Simone Mambrini (Hangin’ on a Thread), Davide Gherardi e Alessandro Zanotti (The Death of Anna Karina), Riccardo Bringhenti (Rue de Van Gogh, Ungar Trio, Workout Quintet), idea improntata alla sperimentazione in chiave strumentale ispirata dall’ascolto di band come Neurosis, Breach ed Isis.
L’’ultimo lavoro degli Ornaments (s/t, 2011) prosegue ed approfondisce la pluriennale sperimentazione musicale della band, offrendo all’’ascolto quattro lunghi brani trasognati e malinconici squarciati da picchi di pura massa sonora.
Lontani dalle formule più abusate del post-rock gli Ornaments aspirano a collocarsi sul crinale che corre tra Neurosis, Breach, Godspeed you! black emperor…

SUNPOCRISY was born in 2007 as a four pieces death/progressive band. After an year, in 2008 they went in studio to record their first EP called “Atman EP”, which was self produced and published in limited edition of a hundred, a unique and different artwork for every copy, containing 4 tracks for a total lenght of 37’14” of music. After the release, in 2009 the quartet started the live activity to support the EP, playing gigs with band like The Ocean, Ahab, In Mourning, Black Sun Aeon and more. In 2010 the band placed 4th to the most important unsigned band contest “Wacken Metal Battle” , and after that they started to create a more complex and different kind of music, becoming a six-pieces Post/Progressive beast. In late 2011, the band entered the studio to record the debut album, a concept called “Samaroid Dioramas”, engineered at Studio 73 by Riccardo Pasini

https://www.facebook.com/sunpocrisy
http://sunpocrisy.bandcamp.com/album/samaroid-dioramas

Reading:
Giuseppe Maggiolino è nato nella “Magica e Misteriosa” Torino la domenica del 25 dicembre 1983.
Studioso delle Dottrine Esoteriche, ricerca la redenzione e evoluzione del suo Spirito tormentato attraverso quel che viene definito dalle masse come Paganesimo e Stregoneria.
L’oscurità, il demoniaco e il grottesco sono i suoi modi per esternare quel suo mondo interiore fatto di incongruenze e paradossi in una realtà dove la società moderna è ostile a ciò che rappresenta il suo ideale di Esistenza.

Esposizione permanente:
Giacomo Cornelio (pittura)
Giacomo Cornelio, canta, dipinge e recita da sempre
Melissa Bruno (pittura)
Melissa Bruno nasce a Cuorgnè (TO) il 6 Febbraio 1984. Fin dall’infanzia manifesta una sensibile propensione per l’espressione artistica in generale.
Continua, da autodidatta, a realizzare opere attraverso i vari linguaggi creativi, che spaziano dalla realizzazione di dipinti su tela, all’utilizzo di tecniche grafiche su carta.
Frequentando l’indirizzo grafico dell’Accademia di Belle Arti di Torino, entrando in contatto con le antiche tecniche della calcografia e della xilografia, pittura ad olio, per poi sfociare nella sperimentazione dell’acrilico su tela.
Parallelamente inizia ad incuriosirsi delle antiche conoscenze esoterico – alchemiche, percorrendo così la via per entrare in contatto con il suo Sé.
Questo percorso di alchimia trasformativa permetterà una più fluida espressività del linguaggio dell’Anima che, grazie all’intuizione, diventa parte integrante nella scelta dei soggetti e nella simbologia delle opere stesse
Rossella Pitarresi (pittura)
Rossella Pitarresi, nata il 28/o7/79 a palermo, residente a cossato Biella. Laureata presso l’accademia albertina di torino nell anno 2007, corso di Decorazione. Mi piace descrivere il mio lavoro con queste due frasi, la prima rappresenta la parte più tecnica:
” Usare un materiale lontano dalla tradizione è come gettarsi in un campo dalle infinite possibilità. Una ricerca espressiva instancabile…e l’umile materiale si trasforma e risorge in materica preziosità. ”
” Con i miei lavori spero di mostrare all’osservatore ciò che l’occhio non vede ma l’anima sente”
Gianni Darone (fotografia)
“Io Giovanni Darone sono nato a torino e in breve la strada che mi ha portato alla fotografia è quella della vita stessa in cui si sono intrecciati molti arrivi e partenze,addii che mi hanno segnato. Ma sopratutto le esperienze vissute, i momenti in cui le parole arrivano lente per catturare il momento, l’istante, anche perché nel percorso di ognuno di noi ci sono sguardi di intesa, ammirazione, di invidia gelosia e tristezza. Rapidi i momenti con cui attraversiamo questo tempo.
La voglia di fotografare nasce da questo e solo chi con te ha visto nascere una storia,l’ha accompagnata e si è lasciata condurre può scriverla. Vero è questo desiderio di animare una foto apparentemente statica fino a far girare la testa all’osservatore e dare quelle vibrazioni che in prima persona ho provato,sentito,trasmesso…”

I commenti sono chiusi.