Galleria

sabato 21 aprile: Beat Repeat > LATE + ake / B-Fade / M:Name / Vj Borderline

Sabato 21 Aprile 2012 | h 22
Beat Repeat
presenta
LATE
live set
ake / B-Fade / M:Name
resident DJs
Vj Borderline
visual
low cost ticket / ingresso ridotto € 5 (entro le h 23:30)
full ticket / ingresso intero € 8

LATE
(Immerse Records / Finland)
Italian Debut!

www.myspace.com/llate
http://soundcloud.com/llatesounds

Finlandese originario di Helsinki, Late ha iniziato a sperimentare coi suoni attorno al 2002. Passando dall’hip hop oscuro e non convenzionale all’elettronica più dub, dalla minimal techno al garage più dark, il sound di Late si è evoluto per emergere finalmente nel 2007. Da allora Late ha pubblicato diversi lavori attraverso etichette come la Disfigured Dubz appartenente a Skream e la Immerse Records di Bristol.
La gente ha descritto la musica di Late in diverse maniere. A proposito del Phantom Papers EP edito per la Immerse Records:
Boomkat
parla di “sincopature garage idiosincratiche” aggiungendo che “di tutto l’ambiente post-Burial, questo è probabilmente uno dei migliori esempi che abbiamo sentito”.
Resident Advisor sostiene che “il metodo di Late consiste nel basare ogni traccia attorno ad una singola linea vocale che poi viene stuzzicata, fratturata, rallentata, isolata o fusa con micro melodie, dandole interpretazioni multiple e cangianti”, mentre altri toni “sono più astratti, dando così forma allo sfondo scintillante per poi dirigersi verso ritmiche più dritte, finchè la turbolenza delle percussioni detonanti rinuncia ad un’espressione più comprensibile. Un’uscita eccezionale che spicca nel catalogo della Immerse Records” ****.
Quanto detto sopra è vero. E anche inutilmente complicato. Tutto ciò che avete bisogno di sapere su Late è semplice e sta nelle sue stesse parole:
“Ogni cosa che c’è ed esiste avviene proprio ora. La nostalgia è attraente. Il futuro è terrificante. Il mio suono è quello delle foreste, delle ferrovie, dei piccoli paesi e delle città. Le basse frequenze mi rendono felice. Il ritmo è tutto ciò che sta in mezzo alle pause. Il silenzio è ovunque. La musica è amore.”

akewww.lospaziodiake.com
myspace.com/isuonidiake

ake inizia a suonare il pianoforte troppo tardi. Anni dopo arrivano synth, organo, rhodes, string machine… Smette di suonare cover di Bach e diventa il tastierista dei Diverba. Nuovi suoni. Che diventano colonne sonore di film immaginari. Musiche per ballare. Da ascoltare.

B-Fade
http://soundcloud.com/b-fade

Ha sempre avuto la passione per la musica, sin da quando era piccolo e sentiva in macchina le compilation anni ’80 di suo padre. Cresciuto con il rock ha fatto i primissimi passi nel mondo dell’elettronica con i Nine Inch Nails e Tricky, poi il catalogo della Warp, Brian Eno e i Kraftwerk, per avvicinarsi al mondo della house e della techno grazie al french touch di fine anni ’90 e, in particolare, ai Daft Punk. L’amore per la musica da dancefloor è esploso quando ha scoperto la scuola berlinese di Maurizio, Basic Channel e Chain Reaction, per poi iniziare a fondere la dub techno con la deep. Con l’avvento della dubstep ha rimescolato le sonorità lasciandosi influenzare dalla moltitudine di contaminazioni che caratterizzano il genere proveniente da oltremanica, come lo uk garage e, appunto, la dub.

M:Name
http://soundcloud.com/azanuttini

 M:Name nasce a torino 27 anni fa. Inizia a suonare la batteria fin da bambino e prosegue con varie esperienze che lo portano a far parte di alcune band della scena torinese, fra questi Nadàr Solo e AlanParker. Nel 2004 si avvicina alla musica elettronica facendosi ispirare da artisti come Agoria & Daft Punk ed etichette come Border Community e Kompakt. Nel tempo sviluppa un gusto musicale poliedrico che lo porta ad ascoltare dai Velvet Underground a Deadmau5. Attraverso un sistematico lavoro di ricerca musicale i suoi dj set spaziano fra varie sonorità, dalla techno piena di armonia di Gui Boratto all’electro scatenata di Wolfgang Gartner.

Vj Borderline
(Winner WMC Miami 2011)
visual


www.youtube.com/user/borderlineVJ

Vj Borderline, formazione italiana di visual jokey nata il 2003 formata da due componenti Pietro Conte e Teo Cavalluzzo. Il nome borderline richiama il loro stile imprevedibile e disturbato visivamente e nei loro live mixano visual art con riprese dal vivo. Hanno lavorato in consolle con Disk jokey come Marco Carola, Magda, Steve Bug, Chris Liebing, Andrè Galluzzi, Raresh, Will Saul,etc. Nel 2011 hanno vinto il VJ Challenge al Miami Winter Music Conference.

INFO
beatrepeat@elbarrio.it
tel. 011 2222554
http://www.elbarrio.it



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...